Dal blog “Settesfoglie” di Giallo Zafferano

Dal blog “Settesfoglie” di Giallo Zafferano…

Post e ricetta di Isabella Lo Conte che ringraziamo e ripubblichiamo sul nostro sito ufficiale.

SBRICIOLATA CON CREMA PASTICCIERA E CREMA DI NOCCIOLE

Preparata il occasione dell’onomastico di mio figlio Mario Francesco, questa sbriciolata con crema pasticciera e crema di nocciole ha messo d’accordo tutti, soprattutto il festeggiato. Una torta composta da croccanti strati di briciole e un ripieno cremoso molto facile da preparare.

Ingredienti per il composto di briciole: 350 grammi di farina, 140 grammi di burro, 160 grammi di zucchero, 1 cucchiaino di lievito in polvere, per dolci, 2 uova, un pizzico di sale. Per la crema pasticciera: 600 ml di latte intero, 50 grammi di amido di mais o di farina, 150 grammi di zucchero, 5 tuorli, un baccello di vaniglia, scorza di limone. Per la SBRICIOLATA CON CREMA PASTICCIERA E CREMA DI NOCCIOLE cominciamo preparando la base, lavoriamo in una planetaria o a mano tutti gli ingredienti tranne le uova. Aggiungete anche le uova e lavorate delicatamente fino ad ottenere delle grosse briciole. Terminata la base preparate la crema pasticciera. Portate a bollore il latte, i semi e il baccello di vaniglia e la scorza di limone. A parte lavorate con una frusta, i tuorli e lo zucchero. Appena avrete ottenuto una bella crema gialla, unite l’amido di mais. Filtrate il latte che ha raggiunto il bollore e unitelo al composto di uova. Riportate il tutto sul fuoco e lasciate addensare, a fiamma bassa, mescolando per qualche minuto.

Imburrate ed infarinate uno stampo apribile da crostata e versatevi all’interno la metà del composto di briciole e schiacciate con le mani per formare la base e i lati. Versate la crema pasticciera e delle cucchiaiate di crema di nocciole qua e la a piacere. Coprite con il restante composto di briciole, e cuocere il forno preriscaldato a 180 gradi per 40 minuti. Gustate la SBRICIOLATA CON CREMA PASTICCIERA E CREMA DI NOCCIOLE fredda con un ghiacciato bicchiere di Amaro  Teggiano.

Redazione Amaro Teggiano

Comments are closed.