All’Università della Val D’Aosta si parla del connubio tra Amaro Teggiano e Seta di San Leucio

Il recente connubio tra Amaro Teggiano e la Seta di San Leucio, pregiato tessuto prodotto nel piccolo borgo casertano dai tempi di Ferdinando IV di Borbone, è stato apprezzato da molte persone e dai tanti turisti che arrivano nella Città D’Arte e visitano l’Angolo Espositivo, la Casa dell’Amaro Teggiano.

Una collaborazione, quella tra il dolce liquore del Vallo Di Diano e “Antiche Leuciane – Arte In Seta” che piace e rende fiero anche il piccolo borgo valdianese.

Foto www.sanleucio.it

Foto www.sanleucio.it

In particolare all’Università della Val D’Aosta, nell’omonimo capoluogo, durante una lezione di “marketing del turismo” è stato preso come esempio questo bellissimo connubio.

Mariangela Mandia

Mariangela Mandia

A raccontare di questa “fusione” Mariangela Mandia di origini teggianesi, che ha portato in cattedra il #sistemabellezza, un suo modello di politica di management, che si basa sulla conoscenza e ricerca ed ha come obiettivo: innovazione, integrazione, sviluppo rivolto a privati ad aziende ed istituzioni.

Mariangela Mandia durante la lezione tenuta all’Università della Val D’Aosta

“Amaro Teggiano con questa fusione ha ben espresso il #sistemabellezza, e ritengo sia un volano per altre meravigliose iniziative”, queste sono le parole dette agli alunni dell’università valdostana.

Per Amaro Teggiano e il suo team è un onore essere esempio di innovazione per i giovani che si apprestano ad entrare nel mondo del lavoro. Ringraziamo Mariangela Mandia per le belle parole.

 

Redazione Amaro Teggiano

Comments are closed.